side-area-logo

GravinaLife – Trail 5 querce, piace la corsa naturalistica

Gravinalife Trail 5 querce, piace la corsa naturalistica

GravinaLife – Trail 5 querce, piace la corsa naturalistica

Emozionante il percorso tra la gravina ed il bosco

Un percorso mozzafiato, tanti partecipanti, atleti o semplici passeggiatori della domenica, adulti o bambini: questa in sintesi l’ottava edizione del “Trail delle 5 querce”.

Un successo annunciato per una competizione amatoriale accompagnata con tanta allegria, immersi in un percorso naturalistico fortemente suggestivo, tra storia e natura: dal ponte dell’acquedotto, alla chiesa rupestre Madonna della Stella; dal complesso rupestre delle sette camere, alla grotta del Padre Eterno, proseguendo per il parco archeologico e il bosco difesa grande.

Un percorso, quest’anno, ideato per omaggiare la città di Matera, capitale europea della cultura 2019, conducendo i runners fino ad un altura del bosco comunale dalla quale poter ammirare la città dei Sassi.

Con Gravina, invece, capitale per un giorno del trail running, specialità della corsa a piedi che si svolge in ambiente naturale e caratterizzata da percorsi lunghi e da dislivelli importanti. Fin dal sabato la città è stata letteralmente presa d’assalto da atleti e accompagnatori, giunti a Gravina per questa edizione della competizione podistica.

Oltre 500 atleti, provenienti da tutta Italia, si sono cimentati sul duro percorso realizzato dagli organizzatori della “Festina Lente”. A fare da contorno alla competizione vera e propria, al sabato, le gare riservate ai bambini con la Kids run, mentre domenica una speciale camminata sportiva “A Spasso nella gravina” che ha coinvolto bambini, adulti, uomini e donne, che hanno potuto godere di una passeggiata all’aria aperta lungo il tracciato del torrente cittadino.

Ad aggiudicarsi la gara sui 30 Km è stato l’atleta martinese Vito Perta con il tempo di 2 ore 26′ e 02”. Alle sue spalle, staccato di 5 minuti, il potentino Daniele Di Ceglie, mentre sul terzo gradino del podio è giunto Michele Di Croce. Quinto posto per Giorgio Calcaterra, tre volte campione del mondo di ultramaratona che ha voluto essere presente anche se sta recuperando dopo un infortunio.

Tra le donne prima classificata Lidia Mongelli, vincitrice della medaglia d’oro ai Campionati italiani di trail lungo a Loano, convocata a rappresentare la nazionale italiana ai mondiali di Trail dell’8 giugno 2019 a Mirandha da Corvo in Portogallo.

Clicca qui per l’articolo completo